Continua la lotta di Fabrizio Barretta per riportare suo figlio in Italia

292 Visite

È stata organizzata per oggi, fuori dal tribunale per i minorenni di Napoli, la manifestazione che ha chiesto alle autorità di riportare Claudio (nome di fantasia) in Italia: il bambino è al centro di una contesa legale tra i genitori, con il padre, Fabrizio Barretta, che ha annunciato il flashmob di oggi in un tentativo di sensibilizzare l’opinione pubblica e le autorità sulla questione del ritorno del figlio in Italia. Questa iniziativa segue la decisione dei giudici, emessa il 16 febbraio scorso, che ha stabilito per il ritorno di Claudio in Inghilterra, dalla madre, affetta da gravi disturbi della personalità. Nel frattempo, i legali di Fabrizio Barretta stanno preparando un ricorso da presentare in Cassazione, nella speranza di ottenere un esito favorevole.

Fabrizio Barretta sostiene che il bambino debba essere riportato in Italia, dove ha trascorso gran parte della sua vita e dove avrebbe una migliore qualità di vita e un ambiente familiare più stabile. Soprattutto, la preoccupazione principale riguarda il benessere e l’interesse del bambino, che sembra essere stato messo in secondo piano nella decisione dei giudici.

Il flashmob di oggi rappresenta solo l’ultimo atto di una lunga battaglia legale e emotiva per il ritorno di Claudio in Italia. Mentre i genitori e i loro legali si preparano per il prossimo passo nella lotta legale, la questione rimane aperta e dibattuta. Resta da vedere quale sarà l’esito finale di questa vicenda e quale impatto avrà sul futuro di Claudio e della sua famiglia.

News dal Network

Promo