Boeing 787 in caduta verticale, “pulsante premuto per sbaglio da hostess”

113 Visite

Sarebbe stata provocata da un pulsante, schiacciato per errore, l’improvvisa perdita di quota di un Boeing 787 Dreamliner della Latam Airlines che era partito da Sydney ed era diretto a Auckland. E’ quanto riporta il Wall Street Journal che cita fonti americane in merito alle indagini su quanto accaduto all’inizio di questa settimana.

L’incidente in cabina

L’hostess avrebbe urtato per sbaglio il sedile della cabina pilotaggio e spinto un pulsante, scrive il Wall Street Journal citando fonti Usa. Il sistema motorizzato ha spinto il pilota sulla cloche e gettato nel panico i passeggeri, vista l’improvvisa perdita di quota. Solo una reazione immediata dell’uomo alla guida è riuscita a evitare il peggio, riprendendo il controllo dell’aereo e atterrando in sicurezza.

La nota della Boeing

Boeing ha confermato al Wall Street Journal di aver inviato giovedì sera un avviso alle compagnie aeree che hanno nella loro flotta il 787 Dreamliner con “istruzioni per l’ispezione e la manutenzione degli interruttori del sedile della cabina di pilotaggio”. Ha assicurato, inoltre, di aver già inviato un avviso simile alle compagnie aeree nel 2017.

Cinquanta feriti per la perdita di quota

Una cinquantina di passeggeri sono rimasti feriti quando l’aereo è precipitato, alcuni sono stati lanciati contro il soffitto della cabina come riporta la Cnn. Gli investigatori della Commissione investigativa sugli incidenti di trasporto della Nuova Zelanda stanno esaminando le informazioni contenute nelle scatole nere e la registrazione audio di ciò che è stato detto nella cabina di pilotaggio.

Nuovo incidente per un Boeing 737 venerdì scorso

Un Boeing 737 della United Airlines ha perso un pannello esterno durante un volo venerdì scorso. Il danno al Boeing 737-800 è stato scoperto nel corso di un’ispezione, dopo che l’aereo proveniente da San Francisco, era atterrato in sicurezza con 139 passeggeri e sei membri dell’equipaggio a bordo nella città di Medford, nel sud dell’Oregon, ha dichiarato la United Airlines. L’aereo avrebbe 25 anni. “Eseguiremo un esame approfondito dell’aereo ed effettueremo tutte le riparazioni necessarie prima che torni in servizio”, si legge in un comunicato della United. “Condurremo anche un’indagine per capire meglio come si è verificato il danno”. La Federal Aviation Administration (Faa) sta indagando sulla vicenda.

La Boeing è attualmente sottoposta a un intenso esame dopo che, a gennaio, un quasi nuovo aereo 737-9 Max ha perso una parte della fusoliera, mentre saliva dopo il decollo.

adnkronos

News dal Network

Promo