Calcio Italia, Acerbi lascia il ritiro: le parole dette a Juan Jesus e il comunicato della Figc

107 Visite

Francesco Acerbi non presenzierà alle amichevoli con la nazionale di Luciano Spalletti. Il difensore dell’Inter ha lasciato il ritiro a causa delle presunte frasi razziste pronunciate nel corso del match tra Inter e Napoli a Juan Jesus. Riavvolgiamo il nastro e torniamo a quanto accaduto al quarto d’ora della ripresa. Il difensore Campione d’Italia ha richiamato prontamente l’attenzione di La Penna per alcune parole pronunciate da Acerbi. Successivamente il direttore di gara ha avuto un colloquio con il giocatore dell’Inter e quello del Napoli, tutto sembrava finito lì. Alla fine della partita lo stesso Juan Jesus ha accettato le scuse dell’avversario, sostenendo comunque la bella persona che fosse, al di là delle parole forti pronunciate. Il video della conversazione dei tre però è diventato virale, con il mondo dei social che ha prontamente condannato le presunte frasi razziste pronunciate dal difensore dell’Inter.

Ad alimentare le polemiche sono state le successive dichiarazioni dello stesso Acerbi, che ha sostenuto di non aver mai pronunciato frasi di quel genere. Immediata la risposta di Juan Jesus, che ha affermato il cambio di versione dell’avversario e che certi episodi debbano essere condannati. Arrivato al ritiro della nazionale azzurra, Acerbi ha raccontato la propria versione direttamente con il ct Luciano Spalletti e con i compagni di squadra. Di comune accordo si è deciso, quindi, di far tornare il difensore al proprio club per salvaguardare la serenità alla nazionale e al calciatore, in attesa che la questione venga chiarita. Questo il comunicato della Figc:

“Il calciatore Francesco Acerbi, arrivato questa mattina nel ritiro della Nazionale a Roma, ha spiegato al Ct Luciano Spalletti e ai compagni di squadra, come previsto dalla policy interna del Club Italia, la propria versione sulla presunta espressione razzista segnalata dal calciatore Juan Jesus nel corso della gara Inter-Napoli. Dal resoconto del difensore nerazzurro, in attesa che venga ricostruito quanto avvenuto nel rispetto dell’autonomia della giustizia sportiva, è emerso che non vi è stato da parte sua alcun intento diffamatorio, denigratorio o razzista. Si è comunque convenuto di escludere Acerbi dalla lista dei convocati per le prossime due amichevoli in programma negli Stati Uniti, per garantire la necessaria serenità alla Nazionale e allo stesso calciatore, che oggi farà ritorno al club di appartenenza. Di conseguenza, è stato convocato il difensore della Roma Gianluca Mancini, che faceva già parte della lista dei pre convocati”.

Foto: ANSA

News dal Network

Promo