L’avvocato Renate Holzeisen: i Giudici hanno confuso l’OMS con l’EMA sulle indagini a carico dell’ex Ministro Speranza

111 Visite

Lo afferma su radio.radio l’avvocato Renate Holzeisen.

In Italia i giudici, anziché prendere atto del contenuto della documentazione istituzionale degli organi preposti per legge all’autorizzazione di un farmaco, preferiscono seguire gratuite opinioni dell’OMS, che non ha alcuna competenza, alcun titolo istituzionale nella procedura di autorizzazione di un farmaco e che ormai è ridotta dai suoi finanziatori privati (Bill & Melinda foundation, Gavi ecc.) ad un club di super criminali sulla busta paga di fondazioni private, di big pharma e big finanza.

 Il Tribunale dei Ministri con la motivazione del suo decreto di archiviazione delle indagini penali a carico di Roberto Speranza, quantomeno ha dato dimostrazione di non conoscere il diritto del farmaco.

Ma senza cognizione del diritto del farmaco è impossibile valutare la responsabilità – anche penale – di Speranza & Co.

Qui siamo evidentemente confrontati anche con gravi mancanze di professionalità! È inaudito dover leggere delle motivazioni del decreto di archiviazione, a cui le tre giudici mai avrebbero potuto arrivare se avessero prima proceduto all’inevitabile studio del diritto che regola l’autorizzazione centralizzata di un farmaco da parte della Commissione Europea su parere dell’EMA.

Già il mero pressappochismo, la gravissima superficialità con cui la magistratura in questo caso che riguarda tutti i cittadini, opera, è di una gravità inaudita e totalmente inaccettabile! Una volta di più la (In)Giustizia italiana ha dato il peggio di sé! 

 Fonte:  https://youtu.be/4HVaNXx0tTw

News dal Network

Promo