Abitudini di consumo: il focus strategico per migliorare le performance

79 Visite

I più elementari principi di economia ci insegnano che l’offerta sul mercato di un determinato prodotto è strettamente correlata, in un dato momento storico, alla domanda dello stesso.

L’ovvia connessione tra domanda e offerta, tuttavia, può essere portata alla sua massima esplicazione, tanto da poter “strumentalizzare” tale correlazione e partire proprio dalla domanda per aumentare l’offerta.

In altri termini, perché non rendere la domanda il focus strategico per migliorare le performance di vendita di un dato prodotto?

Ed è qui che l’economia cede il passo alle più argute analisi di mercato ed alle campagne di marketing più lungimiranti che, anziché indurre l’acquisto di un dato prodotto, partono dalla domanda, trasformando quest’ultima in una esigenza da soddisfare a tutti i costi.

Per “amplificare” la portata della domanda, allora, si attribuisce alla stessa un nuovo valore, spesso al passo con i tempi ed in linea con i trend del momento.

Un tipico esempio di quelli che potemmo definire escamotage commerciali, sono certamente ravvisabili nel rinnovato focus che viene attribuito ai prodotti da forno per la prima colazione.

Al centro delle più recenti campagne pubblicitarie, infatti, il messaggio che viene trasmesso al consumatore è quello che pone al centro, non tanto (e comunque non solo il prodotto), ma anche – e soprattutto – quanto sia essenziale la prima colazione, intesa come momento di consumo imprescindibile nel quadro di un’alimentazione sana ed equilibrata.

Dunque, in linea con il trend salutistico dell’attuale momento storico, si parte da una sorta di educazione alimentare del consumatore, per arrivare ad instillare nello stesso l’importanza di acquistare quel prodotto.

Questo sottile modo di fare marketing consente così di attirare l’attenzione sia del consumatore già avvezzo a tale abitudine di consumo che sarà attratto dal prodotto, sia di quel consumatore che si intende “educare” al momento breakfast, con il duplice risultato di fortificare una abitudine seguita da alcuni, e di “iniziare” altri all’acquisto del prodotto da colazione.

In quest’ottica, i biscotti per la prima colazione a marchio Benn, attraverso il claim il buongiorno si vede dal mattino sono in grado di richiamare perfettamente l’idea di una sana e corretta “alimentazione mattutina”.

Il concetto di un prodotto salutare, poi, viene ulteriormente esaltato attraverso i caratteristici nomi dei biscotti tanto che, mediante un sapiente utilizzo di superlativi (i Buonissimi, I Superlativi, I Migliori e Le Eccellenze)

I biscotti a marchio Benn si ergono a difesa di un’abitudine alimentare sana, come quella della prima colazione, da mantenere e migliorare ogni giorno.

News dal Network

Promo