Londra alle urne per eleggere il sindaco, Khan cerca terzo mandato

68 Visite

Urne aperte oggi, giovedì 2 maggio, a Londra per le elezioni del sindaco, con Sadiq Khan che cerca il terzo mandato consecutivo. A otto anni di distanza dal primo successo, l’esponente laburista – sulla scia dei sondaggi che anche a livello nazionale indicano nettamente i socialisti prima forza politica – sembra dirigersi verso la conferma. Una ricerca di YouGov di alcuni giorni fa indica Khan in vantaggio di 19 punti sulla sua sfidante più accreditata, Susan Hall, del partito conservatore (46% a 27%). Secondo il sondaggio, Khan farebbe il pieno di voti nella City. Tra i temi più sentiti dall’elettorato, precisa You Gov, al primo posto c’è il costo della vita, seguito dalla lotta alla criminalità e dalla questione dell’ ‘housing’.

Durante la campagna elettorale, Khan si è impegnato – se rieletto – a costruire 40mila nuove case popolari entro il 2030, sottolineando che la capitale andrà “molto più lontano, molto più velocemente” se il Labour riuscirà a guidare sia la capitale che Downing Street. A sfidarlo è Susan Hall, che se dovesse superarlo, diventerebbe la prima donna sindaco di Londra. Per farlo ha elaborato un piano che promette di ridurre la criminalità, eliminare l’Ulez (la contestata zona a bassissime emissioni), costruire case famiglia e rendere la città più pulita e più verde.

La sua campagna, tuttavia, è stata affossata da un paio di evidenti scivoloni: il primo riguarda l’apprezzamento dimostrato per alcuni tweet islamofobici nei confronti di Khan, il secondo è l’aver ammesso di non conoscere il prezzo dei biglietti dell’autobus. Punta tutto sulla sicurezza, invece, il candidato Lib-Dem e attivista anti-Brexit, Rob Blackie, secondo cui “la criminalità è aumentata del 30% a Londra da quando Khan è in carica”.

In tutto i candidati sono 13. Oltre ai tre principali, corrono al primo turno Femy Amin (Animal Welfare Party), Count Binface, Natalie Denise Campbell (indipendente), Howard Cox (ReformUK), Amy Gallagher (Social Democratic Party), Zoe Garbett (Green Party), Tarun Ghulati (indipendente), Andreas Christoffi Michli (indipendente), Brian Benedict Rose (London Real Party) e Nick Scanlon (Britain First – No To Immigration).

I seggi saranno aperti dalle 7 alle 22. I 6,2 milioni di elettori registrati, oltre al sindaco che guiderà la capitale per i prossimi quattro anni, dovranno eleggere anche i 25 membri della London Assembly. Domani, venerdì 3 maggio, si procederà alla verifica delle schede elettorali mentre lo spoglio si terrà il giorno successivo, quando saranno annunciati i risultati presso la City Hall. Il sindaco ed i membri della London Assembly entreranno in carica due giorni dopo la proclamazione dei risultati. Alle scorse elezioni Khan superò Shaun Bailey (Tory) al ballottaggio con il 55,2% dei voti.

adnkronos

News dal Network

Promo