Turchia: “Stop commercio con Israele”

83 Visite

“La Turchia ha interrotto tutti gli scambi commerciali con Israele”. Lo ha confermato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan in dichiarazioni dopo la preghiera del venerdì a Istanbul. E’ “impensabile per la Turchia rimanere in silenzio di fronte all’aggressione israeliana”, ha detto Erdogan. Il presidente turco ha indicato una cifra che ammonta a “9,5 miliardi di dollari”.

“Tra Israele e Palestina gli sviluppi sono inaccettabili”, ha incalzato nelle dichiarazioni diffuse dalla Trt, citando il bilancio – che arriva dalla Striscia di Gaza – delle persone rimaste uccise dall’avvio delle operazioni militari israeliane scattate dopo l’attacco di Hamas del 7 ottobre in Israele. “Non potevamo restare a guardare”, ha scandito il leader turco.

“Il nostro unico obiettivo è costringere Netanyahu, che sta andando fuori controllo con il sostegno occidentale, a un cessate il fuoco. La decisione della Turchia servirà da esempio ad altri Paesi che non sono soddisfatti della situazione attuale (a Gaza, ndr)”, ha aggiunto Erdogan, citato dall’agenzia Anadolu. Il leader turco ha quindi precisato: “Non cerchiamo conflitti o controversie con i Paesi della nostra regione”.

Israele si rivolge all’Ocse

Israele si è rivolto all’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico. Su X il ministro israeliano dell’Economia, Nir Barkat, ha annunciato di aver presentato una “denuncia” al segretario generale dell’Ocse, Mathias Cormann, contro “la decisione unilaterale” e “delirante” adottata da Erdogan, un “dittatore antisemita” secondo Barkat.

“L’interruzione del commercio marittimo tra i Paesi colpisce soprattutto le aziende europee che non potranno inviare merci dalle fabbriche in Turchia a Israele – ha affermato il ministro nel suo post – Speriamo che l’Ocse adotti misure contro la Turchia per questa decisione delirante di Erdogan, che danneggia tutta l’economia europea. L’Europa deve porre dei limiti a questo dittatore”.

Hamas: “Da Turchia decisione coraggiosa”

Per Hamas quella della Turchia è “una decisione coraggiosa”. Si tratta di un “riflesso della posizione reale del popolo turco” a sostegno del popolo palestinese per la “libertà e l’autodeterminazione”. In un comunicato rilanciato dal giornale ‘Filastin’, Hamas ha chiesto “a tutti i Paesi, soprattutto ai Paesi arabi e islamici, di rompere ogni legame” con Israele, di “isolarlo a livello internazionale”, e ha denunciato “crimini sistematici contro i nostri bambini e civili indifesi nella Striscia di Gaza”.

adnkronos

News dal Network

Promo