Algeria: scomparso 26 anni fa, ritrovato nella cantina di casa del vicino

74 Visite

Sparito 26 anni fa, un uomo è stato ritrovato nella cantina della casa di un vicino. Oggi 45enne, Omar bin Orman era scomparso nel 1998 a Djelfa, in Algeria, mentre infuriava la guerra civile, tanto che la famiglia pensava fosse tra i 200mila uccisi o i 20mila rapiti negli scontri tra l’esercito e i gruppi islamisti. Invece, il 12 maggio scorso è stato trovato nascosto in un ovile e questo dopo che l’ufficio del pubblico ministero ha ricevuto una denuncia anonima con la quale si sosteneva che bin Omran si trovava nella casa di uno dei suoi vicini.

“In seguito a questa segnalazione, il procuratore generale ha ordinato alla gendarmeria nazionale di aprire un’indagine approfondita e gli agenti si sono recati nella casa in questione”, ha riferito un funzionario del tribunale di Djelfa. Il sospetto, 61 anni, avrebbe tentato di fuggire dalla scena del crimine, ma è stato fermato e arrestato. Lo stesso funzionario ha fatto sapere che le indagini per accertare le circostanze dell’accaduto sono ancora in corso, mentre bin Omran sta ricevendo cure mediche e psicologiche.

L’uomo ha raccontato ai soccorritori di aver visto a volte la sua famiglia dallo scantinato in cui era rinchiuso, rivelando di non essere stato in grado di chiedere aiuto “a causa di un incantesimo che il suo rapitore gli aveva fatto”, hanno riferito i media locali. La madre di Omar era mancata nel 2013 senza aver mai saputo cosa fosse successo al figlio, che tutta la famiglia dava per morto.

News dal Network

Promo