Bonus estate 2024, ecco tutti i nuovi bonus attivi: uno per il climatizzatore, uno per centri estivi

85 Visite

Vediamo nel dettaglio le misure che il Governo si prepara a mettere a disposizione degli italiani in vista delle vacanze estive. In vista dell’estate lo Stato si prepara a varare una serie di bonus a favore dei cittadini, che spaziano dal “bonus climatizzatori” fino ai bonus previsti per vacanze e viaggi. Un’attenzione va anche alle famiglie con figli, per le quali sono previsti dei bonus per la frequenza di centri estivi.

Vediamo quindi più nel dettaglio il pacchetto di misure di cui potranno beneficiare i cittadini italiani.

Per fronteggiare l’imminente calura estiva, il Governo si prepara a erogare il “bonus climatizzatori”, attraverso il quale i beneficiari potranno installare all’interno delle proprie abitazioni i climatizzatori, beneficiando di una detrazione delle spese sostenute tra il 50% ed il 70%. Tale detrazione avverrà in sede di dichiarazione dei redditi e il dichiarante dovrà allegare la prova dei pagamenti effettuati per l’acquisto e l’installazione dei climatizzatori.

Quanto ai beneficiari di tale bonus, esso spetta:

– ai proprietari dell’immobile;

– agli usufruttuari;

– ai locatari e comodatari dell’immobile.

Il bonus si estende altresì ai familiari conviventi che sostengono la spesa per l’acquisto e l’installazione del climatizzatore. Come anticipato, un ulteriore bonus riguarda l’iscrizione ai campi estivi di figli minori, con età compresa tra i 3 e i 14 anni. In questo caso, per accedere al bonus, deve trattarsi di figli di:

– dipendenti o pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;

– pensionati iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici (GDP).

Dell’erogazione del bonus – e delle relative modalità per richiederlo – si occupa l’Inps. Sul portale dello stesso Istituto di previdenza, infatti, è possibile rinvenire il bando. I vincitori dello stesso riceveranno un contributo, per una copertura totale o parziale del costo sostenuto per l’iscrizione dei propri figli ad un centro estivo.
Più nel dettaglio, il contributo copre le seguenti spese:

– svolgimento di attività ludico-ricreative e sportive;

– vitto;

– gite ed attività previste dal programma;

– coperture assicurative.

Inoltre, è consentito l’accesso al bonus in analisi solo per le iscrizioni ai centri estivi che soddisfino determinati requisiti di natura strutturale e che rispettino le norme igienico-sanitarie vigenti. In particolare, è richiesta la presenza di:

– servizi igienici attrezzati e accessibili;

– locali al coperto;

– aree verdi accessibili;

– presidio di pronto soccorso.

Infine, l’ultimo bonus riguarda i lavoratori del settore turistico, i quali potranno beneficiare del c.d. “bonus estate 2024”. Attraverso tale bonus, i beneficiari potranno godere di una detassazione pari al 15% delle retribuzioni lorde ottenute per lo svolgimento di lavoro notturno e prestazioni di lavoro straordinario.
La ratio risiede nell’esigenza di fronteggiare la penuria di lavoratori impiegati all’interno di strutture ricettive e di ristorazione, vista la grave crisi di personale che da alcuni anni a questa parte affligge il settore turistico durante il periodo estivo.
Quanto alle modalità di erogazione del bonus, la normativa prevede che, a fronte del riconoscimento da parte del datore di lavoro dello svolgimento di prestazioni straordinarie, il lavoratore dovrà fornire apposita dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attraverso la quale attestare l’importo del reddito da lavoro dipendente percepito nell’anno precedente. Dopodiché, il datore di lavoro corrisponderà al lavoratore le integrazioni maturate, delle quali potrà ottenere il recupero parziale tramite F24.

Franco Marella

(brocardi)

News dal Network

Promo