Calcio Italia, i comandamenti di Spalletti: sei regole per arrivare al successo

90 Visite

Il primo test pre Euro2024 non è stato dei migliori. L’Italia ha faticato sotto diversi punti di vista, dimostrandosi spesso lenta, imprecisa e confusa. C’è però ancora tempo per compattare il gruppo prima della partenza in Germania e a tracciare la via è proprio Luciano Spalletti con sei regole chiare che possano essere utili alla squadra durante l’arco dei novanta minuti:

1) La pressione continua (Togliere fiducia)

2) Controllo del gioco (Gestione della palla)

3) Legati (Distanze di squadra: corti e vicini)

4) Riaggressione feroce (Sulla perdita di palla)

5) Ricomposizione (Tornare a casa)

6) Ordine, studio e preparazione

Punti fondamentali di questa nuova Italia, che non deve avere paura di spingersi in avanti e minare il gioco avversario. Con il secondo punto (legato al primo) si intende la possibilità sia di riconquistare la palla in zona ottimale sia difendere compatti, senza lasciare spazio ai rivali. Da qui la riaggressione feroce, un dogma del calcio moderno: recuperare la palla appena persa, così da non subire attacchi e poter offendere. La ricomposizione è quel fattore che i calciatori sono meno felici di fare solitamente, ovvero correre verso la porta. Per “tornare a casa” si intende esattamente ritornare verso la propria porta, ma questo concetto è stato ampiamente messo in atto già nell’amichevole contro la Turchia. L’ultimo punto racchiude il senso della gestione spallettiana: nessuna distazione, impegno, studio, fatica e lavoro per poter competere con chiunque.

Photo: Corriere della Sera

News dal Network

Promo