Tennis, il ritorno di Berrettini: supera Musetti e vola in finale Atp a Stoccarda

[epvc_views]

Un ritorno che fa sicuramente piacere alla scena italiana. Matteo Berrettini ritrova una finale dopo quelle del 2019 e 2022. Il suo accesso all’ultima sfida arriva grazie alla vittoria per 6-4 6-0 contro il connazionale Lorenzo Musetti. Dopo poco più di un’ora di gioco Berettini si ritrova e torna a fare il tennis che gli piace. Un primo set combattuto, con Musetti che ha avuto quattro palle break, mentre nel secondo non c’è stata partita. Con la sua 40esima vittoria nel circuito maggiore sull’erba, l’azzurro affronterà in finale ATP l’inglese Jack Draper che a sua volta ha sconfitto 6-3 6-3 Brandon Nakashima nella prima semifinale. Queste le dichiarazioni del tennista romano nel post gara: 

«L’importante è risparmiare energie, va bene giocare oggi un’ora e sei minuti. Giocare contro un amico non è facile, all’inizio c’è stata un po’ di tensione. Sono riuscito a mantenere la calma quando ho chiuso il primo set, poi la partita è andata sempre meglio. Sono stati due anni duri, non è semplice tornare qui e tornare in finale. Manca ancora un passo. Non ho mai giocato contro Draper, sarà una partita di servizi».

Per l’azzurro si tratta della 14esima finale ATP della carriera che lo inserisce al quarto posto dell’Era Open. Prima di lui troviamo le 26 di Adriano Panatta (10-16), le 19 di Fabio Fognini (9-10) e le 17 di Jannik Sinner (13-4). Sono 6 le finali sull’erba per Berrettini: tre a Stoccarda, due al Queen’s e una a Wimbledon. 

Photo: ANSA

News dal Network

Promo