Calcio Italia, disastro azzurro: la Spagna vince, convince e conquista il primato nel Gruppo B

[epvc_views]

Sarebbe dovuta essere la sfida della consacrazione di un gruppo giovane, affiatato e dalle buone qualità, ma non è andata esattamente così. Nessuna elevazione a eroi, ma un ridimensionamento che fa paura. L’unica cosa che ha accomunato Italia e Spagna ieri è stata la carica mostrata durante i rispettivi inni (neanche tanto simile, perché noi l’abbiamo cantato il nostro, loro no perché è privo di parole). Quando la parola passa al campo, gli azzurri si ritrovano catapultati in un mondo a loro sconosciuto.

La qualità messa in campo fin dai primi istanti di partita dalle furie rosse è un livello decisamente troppo alto per il giovane gruppo di Luciano Spalletti. Più che una partita decisiva per il primato del Gruppo B ad Euro2024 sembra un allenamento con attacco e difesa a confronto. La Spagna passerà quasi tutta la partita nella metà campo dell’Italia spingendo, specialmente da sinistra con Nico Williams, per tentare di trovare il vantaggio. Solo un monumentale Gianluigi Donnarumma tiene in vita la nazionale azzurra, mentre qualsiasi altro giocatore di movimento sembra essere fuori contesto. La gioia per uno spettacolo di portata internazionale ben presto si trasforma in agonia per il popolo azzurro e pura euforia per gli iberici.

L’Italia non esce mai ad uscire con la palla tra i piedi dalla pressione degli spagnoli, mentre i rilanci nel vuoto dell’estremo difensore del PSG sono il segnale lampante di difficoltà. La partita si sblocca solo nel secondo tempo: l’ennesima palla in mezzo messa dal super esterno dell’Atletico Bilbao, che ha letteralmente surclassato il rivale di fascia Giovanni Di Lorenzo, colpisce un incolpevole Riccardo Calafiori che insacca involontariamente. Il vantaggio della nazionale di Luis De La Fuente non sveglia gli azzurri. La Spagna insiste, ma si limita a colpire solo una traversa con un incontrollabile Williams. I cambi portano a poco: l’Italia cerca di mostrare quell’agonismo mai visto per quasi tutta la partita, senza però essere mai pericolosa. La vittoria per 1-0 da parte degli iberici appare come il miglior risultato possibile per gli azzurri, lontanissimi anni luce dalla qualità espressa dalle grandi d’Europa.

Photo: 

News dal Network

Promo