Calcio Italia, all’ultimo respiro: gli azzurri ottengono il secondo posto grazie alla rete di Zaccagni

[epvc_views]

Sarebbe dovuta essere la sfida delle risposte, del riscatto e dell’elevazione a squadra temibile, ma l’Italia fallisce completamente l’appuntamento con il destino. La rete siglata all’ultimo secondo da Mattia Zaccagni è un tentativo di nascondere, con la conquista del secondo posto nel Gruppo B, il volto di una nazionale inadeguata. Gli azzurri riescono a soffrire dannatamente anche contro la Croazia, affidandosi ancora una volta alle prodezze di Gianluigi Donnarumma, che riesce a parare un rigore e a compiere veri e propri miracoli sugli attacchi della nazionale con la maglia a scacchi. Una nuova prestazione incolore, che questa volta stava per costare veramente tanto a Luciano Spalletti e ai suoi calciatori. Luka Modric riesce a siglare nella ripresa il vantaggio per i croati, che passano un secondo tempo ad alzare il tasso agonistico del match.

L’unico vero squillo azzurro è il colpo di testa di Alessandro Bastoni, parato da Dominik Livakovic. L’Italia appare troppo contratta e bloccata, con calciatori che faticano a rivedersi nelle posizioni ritagliate dal ct. A nulla servono gli ingressi in campo di Federico Chiesa e Gianluca Scamacca, apparsi sottotono entrambi. Quando ormai sembrava fosse veramente finita, però, Riccardo Calafiori, il migliore in campo dopo Donnarumma, si rende protagonista di un’azione solitaria e dirompente che innesca il tiro a giro (in stile Alessandro Del Piero ai Mondiali del 2006) di Zaccagni. Il popolo azzurro è incredulo per la gioia, così come anche il popolo croato ma per la disperazione. L’Italia agguanta il secondo posto all’ultimo secondo e si ritaglia la possibilità di sfidare la Svizzera.

Photo: ANSA

News dal Network

Promo